I periodi delle vacanze concentrano l’incidenza dei furti in appartamento, anche se il crimine non va mai in vacanza e i furti con rapina, ormai, sono un fenomeno frequente durante tutto l’anno. La prima misura preventiva contro i furti in casa è l’adozione delle cosiddette misure di sicurezza passiva (chiudere porte e finestre, dotarsi di cancellate, attivare l’allarme). Per sentirsi ulteriormente protetti, si può attivare un’assicurazione casa contro il furto.

In cosa consiste un’assicurazione furto

assicurazione furto casaIn caso di sinistro, l’assicurazione provvede a rimborsare i danni arrecati alla casa e ai beni da ladri e aggressori. Il risarcimento avviene in base ai limiti concordati nel contratto assicurativo. Clausole assicurative a parte riguardano il furto in casa di gioielli, preziosi e somme di denaro. Tendenzialmente, le coperture assicurative si estendono anche alle case per le vacanze, ma deve essere specificato nel contratto e per gli scippi e le rapine di beni (escluso il denaro) che avvengono all’esterno nelle immediate prossimità dell’immobile assicurato.

In caso di furto, rapina o scippo, occorre presentare denuncia alle autorità di polizia e allegare una copia della medesima alla comunicazione per la compagnia assicuratrice.

L’assicurazione non rimborsa i danni se si attesta che l’atto è doloso, vale a dire se è perpetrato dall’assicurato stesso o dai suoi familiari, e se l’assicurato non ha avuto premura di proteggersi adeguatamente con gli opportuni mezzi di chiusura e sicurezza passiva (indicati anche nel contratto).

Le principali “tipologie di furto” dai quali si è assicurati

Le assicurazioni casa “furto e rapina” sostanzialmente rimborsano l’assicurato per i danni materiali provocati all’abitazione e alle cose assicurate all’interno dell’abitazione da:

– furti con scasso e rottura;

– furti eseguiti con l’ausilio di chiavi false o chiavi vere smarrite o sottratte all’assicurato o ai suoi familiari. In caso di furto commesso con chiavi vere indebitamente sottratte, la garanzia è operante dal momento della denuncia di smarrimento fino alle 24 del terzo giorno successivo alla denuncia;

– furti con scalata, vale a dire quando il criminale entra nell’abitazione per vie non ordinarie e con mezzi artificiosi (calandosi dal tetto o accedendo dalle finestre);

– furti per introduzione clandestina, commessi da individui che siano entrati furtivamente e rimasti nei locali all’insaputa del proprietario assicurato e dei suoi familiari, con prelievo della refurtiva a locali chiusi;

– furto in presenza dell’assicurato o dei suoi familiari colti di sorpresa;

– furti perpetrati da collaboratori domestici nello svolgimento delle loro funzioni;

– furti e rapine esercitate con minacce e violenza perpetrate sia all’esterno che all’interno dell’abitazione;

– furti e rapine di capi di abbigliamento di valore (es.: pellicce), oggetti personali, orologi, ori e preziosi indossati dall’assicurato o dai suoi familiari.

Cosa rimborsa l’assicurazione casa furto?

Le coperture assicurative riguardano generalmente il risarcimento di:

– danni e guasti arrecati dai ladri all’abitazione e agli infissi;

– danni all’arredamento e al contenuto assicurato dovuti agli atti vandalici perpetrati durante il furto dai ladri;

– eventuali spese sostenute dall’assicurato per la duplicazione dei documenti personali sottratti nel corso del furto, scippo o rapina.

Vota l’articolo !