Calcolo usufrutto: coefficienti 2016
A partire dal 2016 a seguito del D.M. dell’11 dicembre 2015 il ministero delle Finanze ha approvato il cambio del tasso di interesse legale, passato dallo 0,5% allo 0,2%. Mentre con il decreto interdirigenziale del 21 dicembre 2015 n.302 sono stati adeguati i coefficienti per la determinazione del calcolo degli usufrutti.

La tabella dei coefficienti

Le tabelle dei coefficienti determinano il calcolo del diritto di usufrutto a vita, delle rendite e delle pensioni, al fine di stabilire il calcolo dell’imposta di registro e quella di successione e donazione.
In particolare la modifica dei coefficienti si riferisce a:

  • l’usufrutto, abitazione ed uso stabiliti per tutta la vita del beneficiario;
  • l’usufrutto, abitazione ed uso stabiliti per una durata determinata;
  • nuda proprietà, in caso di separazione dei diritti.
Età dell’usufruttario Valore usufrutto Valore nuda proprietà
Da 0 a 20 95 5
Da 21 a 30 90 10
Da 31 a 40 85 15
Da 41 a 45 80 20
Da 46 a 50 75 25
Da 51 a 53 70 30
Da 54 a 56 65 35
Da 57 a 60 60 40
Da 61 a 63 55 45
Da 64 a 66 50 50
Da 67 a 69 45 55
Da 70 a 72 40 60
Da 73 a 75 35 65
Da 76 a 78 30 70
Da 79 a 82 25 75
Da 83 a 86 20 80
Da 87 a 92 15 85
Da 93 a 99 10 90

 

Come calcolare l’usufrutto

L’usufrutto vitalizio può essere calcolato moltiplicando il valore della piena proprietà per il tasso di interesse legale vigente (0,2% dal primo gennaio 2016) e per il coefficiente rapportato all’età del beneficiario. Mentre il valore della nuda proprietà si ottiene facendo la differenza aritmetica.

Vota l’articolo !