Oggi comprare una casa smart è una realtà che si sta espandendo sempre di più e gli immobili di nuova costruzione sono ormai, spesso, rivolti in questa innovativa direzione.

Anche se sotto un certo punto di vista il mercato del momento è ricco di occasioni a prezzi competitivi, da un altro punto di vista, un gran numero di queste proposte immobiliari non è in grado di garantire tutti i vantaggi di una casa nuova, né sotto l’aspetto del risparmio energetico e nemmeno per quel che riguarda le nuove dotazioni tecnologiche dell’immobile.

dotazioni tecnologiche

Assenza dell’impianto a gas nelle smart home

Nelle smart home di ultima generazione viene sempre più richiesta l’assenza della rete del gas che, oltre ad essere un impianto da gestire in meno, ha dalla sua una serie di benefici sulla bolletta e un favorevole impatto sull’ecologia e sull’ambiente. Nelle cucine di ultima generazione, questo è possibile grazie all’installazione di piani di cottura a induzione innovativi realizzati in vetroceramica e che utilizzano il principio dell’induzione elettromagnetica. Inoltre, ormai, il costo di queste dotazioni dal design moderno e pulito, ha praticamente raggiunto quello di un tradizionale piano cottura.

Invece, per quanto concerne il riscaldamento, l’assenza del gas consente un perfetto isolamento dell’appartamento che si traduce nella coibentazione delle diverse strutture abitative mediante dei materiali isolanti. A questo si somma l’applicazione di una tecnologia gratuita e pulita che deriva dalla Geotermia, la quale sfrutta le temperature del sottosuolo. Tale calore si immagazzina in delle sonde geotermiche che, a loro volta, lo trasportano alla struttura mediante i pannelli radianti che si installano sotto il pavimento.

I vantaggi della casa smart: quanti comfort!

Usare un dispositivo qualunque, fra quelli che si hanno a disposizione, per comandare e controllare la propria casa grazie ad una interfaccia web è un grande vantaggio che desiderano in tanti.
Quando si pensa alla tecnologia immobiliare, non bisogna riferirsi solo a quei dispositivi hi-tech compresi nel normale arredamento, come ad esempio un televisore LED oppure un apparecchio per la gestione domotica integrata, ma bisogna avere in mente la progettazione di un immobile sostenibile che comprende, ad esempio, una cura particolare dell’involucro con dei serramenti a triplo vetro, le smart windows, l’opzione delle energie rinnovabili, diverse soluzioni dirette al ricambio d’aria gestito come la ventilazione meccanica controllata ed i riscaldamenti nel pavimento con il sistema radiante, il quale, offre il vantaggio della mancanza di caloriferi a vista con conseguente risparmio di spazio all’interno della casa.

Altro punto a favore viene dalle personalizzazioni domestiche che, chi sceglie di acquistare un immobile in costruzione, ha la possibilità di effettuare a proprio piacimento intervenendo sulla distribuzione degli spazi, e sulla qualità dei materiali previsti, come ad esempio marmo, legno, ceramica; la scelta del tipo di infissi e la disposizione, nonché il numero dei punti luce.

Una grande dotazione sono i pannelli touch screen a muro che servono a controllare:

  • Le luci regolandone l’intensità, le gradazioni e i colori per creare una vasta serie di scenari ambientali o rilassarsi tramite la cromoterapia;
  • Il risparmio energetico che si ottiene dalla possibile regolazione dell’illuminazione e dalla gestione di pannelli solari e consumi;
  • Il microclima controllato dalle impostazioni a distanza della temperatura;
  • Video e audio per la visione o l’ascolto, nella stanza di preferenza, oppure in tutta la casa, di musica, film, serie tv e quant’altro con la possibilità di gestire varie ambientazioni colorate da scegliere in tempo reale a seconda di ciò che si sta guardando in quel momento.

Quindi, l’acquisto di una casa smart in un quartiere tranquillo e ricco di verde in cui poter perseguire il famoso slow living è una pratica sempre più consigliata e apprezzata.