Gestire a distanza la caldaia di casa propria, magari quando si è ancora al lavoro, alcuni anni fa poteva sembrare un’idea quasi irrealizzabile. Oggi, però, la tecnologia ha fatto grandissimi passi in questo settore tanto che le novità ed il progresso hanno raggiunto anche la tematica del riscaldamento introducendo la Domotica.

Riuscire a gestire e a controllare il proprio impianto termico permette, anche, di migliorare l’efficienza energetica dell’immobile e ottimizzare i consumi che andranno, poi, ad incidere sui costi delle bollette.

Se il desiderio è quello di potenziare le prestazioni che ha la vostra caldaia, allora, potrete anche decidere di abbinarvi una regolazione capace di fornire tutte le informazioni inerenti all’impianto di riscaldamento. Per questo, alcune case produttrici, hanno ideato delle applicazioni, da installare su Smartphone e Tablet, finalizzate proprio al controllo a distanza che consente di gestire la caldaia a condensazione dell’immobile anche mentre ci si trova fuori casa. Alcuni modelli, poi, vengono dotati di una particolare interfaccia che si collega ad Internet per permettere di gestire il riscaldamento dal proprio ufficio senza che si debba necessariamente chiedere, a chi sta a casa, di selezionare la modalità che si desidera per il riscaldamento. Ciò va, ovviamente, del tutto a favore del risparmio considerevole che si avrà sulla propria bolletta del gas.

Sostituire una vecchia caldaia con queste nuove a condensazione, consente di rendere la propria abitazione molto efficiente ed anche tecnologica, facendo restare l’immobile al passo con i tempi e attribuendogli un valore maggiore.

Il triplo risparmio delle caldaie supertecnologiche

Acquistare una caldaia tecnologica di ultima generazione ha molte caratteristiche positive. Nello specifico:

  • La tecnologia avanzata, come pure la struttura delle caldaie a condensazione, consente di riscaldare tutto l’ambiente in maniera efficiente, senza preziose dispersioni di energia favorendo così un forte risparmio sulla bolletta che può arrivare anche fino al 30% rispetto ad una tradizionale caldaia;
  • Acquistando una caldaia a condensazione, inoltre, si può richiedere di usufruire di una importante detrazione fiscale 65% e, quindi, in 10 rate annuali, attraverso la detrazione dall’imponibile Irpef, si possono recuperare una buona parte delle spese che sono state sostenute per l’investimento iniziale;
  • Infine, quello di monitorare in modo costante la propria caldaia vuol dire adeguare il funzionamento di quest’ultima ai propri fabbisogni effettivi e, quindi, evitare gli sprechi.

Come funzionano le App

Generalmente, le App associate alle caldaie a condensazione di nuova generazione consentono all’utente di spegnere o accendere il proprio impianto di riscaldamento anche mentre ci si trova fuori casa, in ufficio, al cinema o nel traffico. Inoltre, si può impostare il programma d’esercizio prescelto inserendo la preferenza per le fasce orarie o per la temperatura dell’acqua calda sanitaria desiderata; infine, si possono visualizzare i parametri di funzionamento e tutte le temperature di riferimento.

Le App, favoriscono anche il controllo delle segnalazioni e dei dati sul rendimento dell’intero impianto, come ad esempio la resa dell’impianto solare, se presente, e le ore di funzionamento. Nel caso in cui si verifichino eventuali problemi di funzionamento, la stessa caldaia, è in grado di inoltrare delle segnalazioni mediante delle notifiche verso il proprio dispositivo mobile oppure a quello del tecnico di fiducia.

Per finire, oltre all’App, certi modelli di caldaia, possiedono un display touchscreen in cui sono riassunti alcuni dei dati fondamentali per comprendere il corretto funzionamento della caldaia in questione.

Ecco quali elementi servono per il controllo remoto

Riassumendo, per godere dei vantaggi che derivano dal controllo remoto della caldaia è necessario essere in possesso di alcuni elementi che, solitamente, sono già presenti nella maggior parte degli immobili:

  • Le applicazioni associate alla nostra caldaia, di solito disponibili su App Store o Play Store;
  • Uno Smartphone oppure un Tablet o, talvolta, per chi non possiede questi due dispositivi si può accedere dal pc tramite il sito ufficiale della casa produttrice;
  • La connessione ad Internet;
  • Un modem/router ADSL
  • Una fra le caldaie a condensazione di ultima generazione.

Quindi, scegliere una caldaia a condensazione che abbia un sistema di controllo remoto è la soluzione perfetta per gestire a distanza l’impianto di riscaldamento di casa, vivere la quotidianità in maniera tecnologica, semplice e comoda e, cosa da non trascurare, monitorare i consumi per risparmiare in modo significativo!

 

 

Vota l’articolo !