impianti solari termodinamici

Limpianto solare termodinamico, noto come impianto solare a concentrazione, o sistema CSP (“Concentrating Solar Power”) permette di trasformare la radiazione solare in energia elettrica. Questo sistema sfrutta la capacità di focalizzare la luce del sole attraverso lenti o specchi concavi. Il pannello solare deve essere sempre allineato al Sole per moltiplicare l’energia concentrata .

Come funziona un impianto solare a concentrazione?

La radiazione solare è in grado di sviluppare una potenza di circa 1000W/m2 al livello del mare e tale potenza è adatta ed efficiente per riscaldare ambienti e fluidi a temperature poco elevate. Per poter utilizzare pertanto tale potenza al fine di ottenere energia elettrica, dato che la densità della radiazione del Sole è troppo bassa per ottenere temperature elevate, si procede a concentrare la luce del sole per sfruttare i cicli termodinamici.

Perchè utilizzare un impianto solare termodinamico

La sostanziale differenza fra il solare termodinamico e un impianto fotovoltaico, oltre all’accumulo e immagazzinamento di energia termica solare, è la presenza di un ciclo termodinamico per la trasformazione dell’energia termica accumulata in energia elettrica, tramite turbina a vapore e alternatore, come avviene nelle centrali termoelettriche.

Il vantaggio del solare termodinamico a concentrazione risiede nei costi, in quanto i materiali utilizzati per concentrare i raggi solari sono degli specchi, meno costosi degli elementi di silicio utilizzati negli impianti fotovoltaici. Gli impianti termodinamici hanno tuttavia un’altra particolarità: funzionano anche di notte.

Riassumiamo dunque i vantaggi:

  • utilizza una fonte energetica gratuita;
  • non produce scorie;
  • non inquina;
  • impiega materiali poco costosi;
  • produce energia elettrica quando serve;
  • non intacca la bilancia dei pagamenti;
  • ci libera da ingerenze politiche di altri paesi.

Gli svantaggi:

  • nessuno.

Tipi di Impianti Solari Termodinamici CSP

I sistemi a concentrazione solare si dividono in:

  • sistemi lineari, tecnologicamente più semplici,ma con un più basso fattore di concentrazione,
  • sistemi puntuali, capaci di spingersi invece alle più elevate temperature del fluido termovettore.

Le quattro tipologie di impianti CSP si caratterizzano per la diversa geometria e disposizione del concentratore rispetto al ricevitore e sono:

  1. Collettori a disco parabolico (Dish)
  2. Sistemi a torre o a ricevitore centrale (Tower, CRS)
  3. Concentratori parabolici lineari (Trough)
  4. Collettori lineari Fresnel (LFR)