Se state per ultimare o ristrutturare la vostra casa al mare ma non sapete bene quali infissi far installare sappiate che per questi immobili, la scelta di materiali di buona qualità, è molto importante. In primis per via della posizione che facilita il deperimento dei materiali specialmente se questi non sono qualitativamente validi. Quindi, guardare ad un risparmio economico potrebbe comportare un’ulteriore spesa per la sostituzione dopo pochissimo tempo.

Scegliere il materiale da usare per la realizzazione

Solitamente questa case rimangono chiuse per la maggior parte dell’anno e, quindi, potrebbero comparire facilmente macchie di umidità e muffa: ecco perché bisogna capire che la scelta dei materiali per gli infissi della casa al mare deve essere ben ponderata.

Gli infissi presenti attualmente sul mercato sono di tre tipologie: PVC, legno ed alluminio ed è necessario analizzare le loro caratteristiche in quanto gli infissi delle zone balneari richiedono ulteriori aggiunte. Il consiglio più adatto è quello di optare per alluminio oppure PVC. Anche se esteticamente gli infissi in legno vi sembrano più adatti, si deve considerare un maggiore deperimento e, quindi, costi di manutenzione più alti.

Quali caratteristiche hanno gli infissi in PVC

Il PVC scelto deve essere ovviamente di ottima qualità perché la scelta di un materiale scadente potrebbe essere soggetto deformazioni o alterazioni del colore a causa dell’esposizione al sole e delle alte temperature. Inoltre, un buon materiale offre un ottimo isolamento acustico e termico che ha bisogno di poca manutenzione ed un minimo sforzo di pulizia, infatti, necessita di un semplice panno umido.

Gli infissi in PVC sono abbastanza economici e versatili per la possibilità di aggiungere accessori come veneziane e zanzariere per proteggere gli abitanti della casa da sole e zanzare.

Infissi in alluminio: le qualità

Gli infissi in alluminio, invece, hanno come pregio una grande leggerezza e solidità e garantiscono una buonissima resistenza meccanica ed alla deformazione oltre che una lunga durata. I contro della scelta di questo materiale sono rappresentati da una povera capacità di coibentazione ed un’elevata conducibilità termica. La struttura di questi infissi, inoltre, è l’ambiente ideale a favorire la formazione dei ponti termici e, quindi, di formazione della condensa e della muffa che si può comunque evitare grazie ad interventi mirati, ma costosi.

Realizzare infissi in legno

Gli infissi in legno, invece, sono la soluzione più ecologica per la casa al mare. Hanno buone caratteristiche di isolamento termico ed acustico e buona resistenza meccanica. Si tratta di un materiale leggero che si ripara facilmente ma che, al contempo, è soggetto a deterioramenti, umidità e infestazioni di funghi ed insetti. Quindi richiede una periodica manutenzione che si può attenuare nel tempo se il materiale viene trattato con vernici apposite.

Se proprio amate questo genere di infissi, e disponete di un budget molto alto, si possono usare dei legni pregiati, longevi e privi di difetti come ad esempio il larice, il teak oppure l’iroko che resistono molto bene al tempo e agli agenti esterni.

Valutare tutte le possibilità

Certo non si può solo decidere in base alla durevolezza dei materiali o alla frequenza di manutenzione perché anche la bellezza estetica è fondamentale. Ogni materiale, però, ne risente nel tempo. Ad esempio, gli infissi in legno tendono facilmente ad apparire vecchi ed usurati, quelli in PVC sbiadiscono facilmente, ecc.

Poi, si deve ponderare il fattore funzionale che riguarda l’efficienza termica impedendo al fresco dei climatizzatori di disperdersi all’esterno e all’umidità invernale di entrare. Il tutto va a favore di una riduzione dell’energia utilizzata.

Un altro fattore da tenere a mente è la solidità che, quando la casa rimane inabitata e in balia di possibili effrazioni, deve contribuire a proteggere la casa. In questo caso, il PVC non è proprio la scelta migliore perché è piuttosto duttile, tuttavia è possibile richiedere delle funzioni anti effrazione o eventuali rinforzi interni di acciaio.

Ora che conosciamo i pro e i contro dei vari materiali sarà sicuramente più facile fare una scelta consapevole per godersi pienamente le vacanze nella casa al mare.

Vota l’articolo !