Le abitazioni in cui si vive sono migliorate in questi ultimi anni, da diversi punti di vista, e questo anche grazie all’uso sempre più diffuso di materiali e tecnologie all’avanguardia. Comfort, sicurezza e sostenibilità ambientale sono solo alcuni degli aspetti che hanno registrato un salto di qualità importante nel corso del tempo. Un fattore che comunque incide sempre più nella realizzazione di una struttura abitativa è la tecnologia degli impianti installati.

La quasi totalità delle nuove abitazioni costruite sono predisposte per impianti domotici, cioè intelligenti e tecnologici appunto, e sempre più persone desiderano abitare in una casa smart, in cui diversi sistemi sono connessi tra loro per fornire il massimo del comfort ai suoi abitanti. Utilizzando magari vari strumenti, dalla tenda intelligente al videocitofono, ed il tutto a portata di un tasto sul proprio smartphone. Adesso, tra tali strumenti sempre più apprezzati vi è l’interruttore domotico wifi. Proviamo a vedere di cosa si tratti.

Interruttori tradizionali e quelli domotici

La totalità delle persone, nelle proprie case, è abituata ad usare i classici pulsanti per accendere o spegnere, ad esempio, la luce nelle varie camere e quindi l’erogazione dell’energia elettrica (connessa, in tale caso, all’impianto di illuminazione). Ed in effetti un interruttore tradizionale ha questa funzione: quella di aprire o chiudere un circuito elettrico. Tuttavia, adesso la tecnologia avanzata ci permette di fare un salto di qualità considerevole.

Infatti un interruttore domotico consente non solo di aprire o chiudere un circuito od impianto elettrico, ma di connetterlo e subordinarlo ad un ulteriore dispositivo, quale può essere un timer, un eventuale termostato o, ancora, un sensore di presenza o di tipo crepuscolare. E questi possono attivarsi, nel caso, soltanto in particolari condizioni o situazioni.

Ad esempio, si potranno accendere le luci in maniera automatica quando la luminosità naturale scende al di sotto di un certo livello oppure far avviare la caldaia ad un’ora precisa e farla spegnere, invece, quando arriva ad una temperatura programmata. In pratica, si potrà far attivare quindi un interruttore (e di conseguenza un impianto ad esso collegato) in base alle proprie esigenze ed a seguito di determinate condizioni specifiche.

Peculiarità di un impianto domotico wifi di questo genere

Un interruttore di tipo domotico svolge diverse funzioni: gestisce una serie di dati provenienti da vari sensori ed analizza in contemporanea una serie di scenari, entrando in funzione soltanto nel momento in cui si verifica una specifica condizione. Un esempio pratico si ha quando ci si trova all’interno di una stanza di casa: l’interruttore domotico, percependo la nostra presenza, accenderà le luci e, una volta usciti dalla camera, poi le spegnerà automaticamente.

Possono esistere anche situazioni e funzionalità ancora più complesse di queste. Un esempio può essere quando si esce di casa per andare al lavoro oppure semplicemente quando ci si allontana da essa. In tal caso, in base a quanto è stato impostato e programmato precedentemente, il nostro sistema GPS sullo smartphone segnalerà che si è fuori casa e si sta viaggiando, di conseguenza i vari interruttori domotici entreranno in funzione.

Pertanto, il sistema antifurto si attiverà in maniera automatica, la caldaia si spegnerà, le tapparelle si abbasseranno e le luci all’interno dell’abitazione si chiuderanno. Tutto ciò permetterà di ottenere, com’è facile intuire, svariati vantaggi, tra cui un considerevole risparmio per le spese connesse ai consumi di elettricità e naturalmente un’accresciuta sicurezza per la nostra dimora.

Tale livello di tecnologia e funzionalità varia comunque in base al tipo di impianto domotico installato all’interno della propria abitazione. Ve ne sono di semplici ma anche di più complessi, in cui sono necessari molteplici sensori e dispositivi interconnessi. Un sistema domotico ad alta tecnologia presenta, ad esempio, un vero e proprio sistema operativo, come quelli presenti nei tradizionali computer che si utilizzano ogni giorno.

Ciascun soggetto quindi potrebbe scegliere un tipo di impianto di questo genere in base alle proprie esigenze personali o familiari e far installare uno o più dispositivi intelligenti all’interno di un’abitazione. Ricordiamo, infine, che interventi di questo tipo rientrano tra quelli che godono di benefici di natura fiscale.

Interruttore intelligente wifi

Vota l’articolo !