Dal Mef i chiarimenti sulle aliquote IMU e Tasi 2017 seconda rata

La scadenza della seconda rata IMU e Tasi slitta a lunedì 18 dicembre 2017. A chiarirlo è il dipartimento delle Finanze, in ragione del fatto che la scadenza originaria – 16 dicembre – cade di sabato. Nel nostro post sul pagamento della seconda rata IMU e Tasi trovi tutte le informazioni su esenzioni, sconti, calcoli e pagamenti. Ti ricordiamo che il pagamento della seconda rata è dovuto a saldo – con eventuale conguaglio sulla prima rata – se hai scelto di pagare le imposte in due rate. Se hai già versato quanto dovuto entro il 16 giugno non devi effettuare nessun pagamento.
Il Mef ha inoltre fornito una serie di chiarimenti utili per la corretta individuazione delle aliquote IMU e Tasi. Eccoli di seguito.

Mef aliquote IMU 2017

Per individuare le aliquote IMU e Tasi 2017 ai fini del pagamento della seconda rata è necessario fare riferimento alle delibere approvate dal comune di riferimento nel 2017 a condizione che:

  1. la delibera sia stata approvata entro il 31 marzo 2017
  2. la delibera sia stata pubblicata sul sito internet www.finanze.it entro il 28 ottobre 2017
  3. l’aliquota non sia stata aumentata rispetto a quella applicata nel 2015.

Per individuare le delibere del tuo comune puoi consultare il motore di ricerca predisposto dal MEF.
Che cosa fare se la delibera non è stata approvata entro il 31 marzo, o non è stata pubblicata entro il 28 ottobre, o ancora ha introdotto aumenti rispetto al 2015? Il Ministero chiarisce anche questi punti.

Aliquote IMU Tasi 2017: data di approvazione della delibera

Nel motore di ricerca del Mef viene riportata, per ciascun comune, una tabella nella quale è indicata, nel campo Data documento, la data di approvazione della delibera. Ecco un esempio, il riquadro verde corrisponde alla data di approvazione della delibera:

Come individuare la data del documento

 

Se il Comune non ha approvato una nuova delibera relativa al contributo che si deve pagare sarà possibile effettuare il calcolo applicando l’aliquota dell’anno precedente.
Se la delibera è stata approvata dopo la data del 31 marzo 2017 andrà applicata l’aliquota dell’anno precedente, a meno che l’approvazione tardiva rientri nell’esercizio dell’autotutela amministrativa o nelle altre ipotesi previste dalla legge, quali:

  • Eliminazione di un vizio di legittimità
  • Correzione di un errore materiale
  • Dissesto finanziario

Aliquote IMU Tasi 2017: data di pubblicazione della delibera

La data di pubblicazione della delibera è presente nella tabella mostrata sul sito del Mef in corrispondenza del campo Data pubblicazione:

Come individuare la data di pubblicazione

Anche in questo caso se non c’è alcuna delibera o se la pubblicazione è avvenuta oltre il 28 ottobre 2017 il versamento andrà effettuato applicando le aliquote vigenti l’anno precedente. Fanno eccezione le delibere che, sebbene pubblicate oltre la data del 28 ottobre, rappresentano una conferma di delibere precedenti, oppure rientrano nell’esercizio dell’autotutela amministrativa, o sono adottate da comuni in dissesto finanziario o ancora riportano l’indicazione di errata corrige. In tutti quei casi la delibera sarà accompagnata da apposita nota e andranno applicate le aliquote da questa indicate.

Aliquote IMU Tasi 2017: aumento delle aliquote

Gli aumenti delle aliquote IMU e Tasi rispetto al 2015 sono inefficaci e nel caso in cui il comune abbia deliberato un aumento andranno applicate le aliquote del 2016. Se anche nel 2016 era stato previsto un aumento andranno applicate le aliquote del 2015. La verifica di eventuali aumenti può essere effettuata confrontando i testi delle delibere.

Sono ammessi aumenti delle aliquote solo se deliberati da comuni in dissesto finanziario e predissesto.
Nel caso della Tasi l’eventuale maggiorazione dello 0,8 per mille deliberata nel 2015 può essere applicata nel 2017 solo se confermata nel 2016.

Aliquote IMU Tasi 2017: per approfondire

Scarica il comunicato del MEF sulle aliquote IMU e Tasi 2017

Consulta le risposte del Mef ai quesiti più frequenti posti dai contribuentihttps://www.progedil90.it/blog/wp-content/uploads/2017/11/mef-aliquote-imu-tasi-2017.pd

Vota l’articolo !