a richiedere le agevolazioni prima casa pri sono soprattutto i giovani tra i 18 e 35 anni, con un’incidenza del 39,5%

Presentato dal consiglio nazionale del Notariato il rapporto Dati Statistici Notarili (DSN) relativo al primo semestre 2017, che ha analizzato i dati del 92% dei notai in esercizio su tutto il territorio nazionale.

Mercato immobiliare e agevolazioni prima casa

Nel primo semestre 2017 il rapporto ha rilevato 401.432 compravendite di immobili: di queste 300.929 hanno riguardato fabbricati ad uso abitativo e pertinenze Oltre la metà delle abitazioni, pari al 56,48%, è stata acquistata mediante il ricorso alle agevolazioni prima casa. A richiedere i benefici fiscali per l’abitazione principale sono soprattutto i giovani tra i 18 e 35 anni, con un’incidenza del 39,5%, in crescita del 3% rispetto al 2016.

Mercato immobiliare e ripartizione geografica

A livello territoriale permane la differenza tra il nord e il sud del paese. E’ infatti il nord a trainare il mercato, totalizzando oltre il 56% delle compravendite. In particolare il 34,8% dei trasferimenti è stato registrato al nord-ovest e il 21,6% al nord-est. Segue il sud, con una percentuale del 18,1%, il centro che si attesta e 17,7% e le isole a 7,7%.
A livello regionale il Friuli Venezia Giulia segna una crescita record, pari a +10,7%. Buone anche le performance dell’Umbria che, in controtendenza rispetto alle altre regioni della zona, cresce a un ritmo del +7,9%. Degne di nota anche Valle d’Aosta e Trentino Alto Adige, che chiudono il primo semestre 2017 rispettivamente a +10,7% e +4,4%.

La Lombardia, con una crescita delle transazioni immobiliari pari al +2,6%, si conferma la regione con il maggior numero di scambi: 82.561, pari a 824 trasferimenti ogni 100.000 abitanti.

Mercato immobiliare: mutui in aumento

Il rapporto del Notariato segnala un aumento dei mutui ipotecari su fabbricati pari a +2%, ma secondo l’istituto permane la propensione alla prudenza e la bassa propensione al rischio del mondo bancario. Più del 70% dei finanziamenti erogati, infatti, non supera i 150mila euro, sebbene l’importo erogato dalle banche per i nuovi finanziamenti abbia registrato un aumento del 9%. Più significativo l’aumento dei finanziamenti di importo superiore a 500mila euro, che ha registrato una crescita superiore al 10%, lasciando intravedere una timida ripresa dei grandi investimenti.

La maggior parte dei finanziamento – il 78% – è rappresentato da nuovi mutui, mentre le surroghe rappresentano il 13,38%. Il 70% dei mutui riguarda le fasce d’età 18-35 e 36-45 anni.

Prezzi sotto i 100mila euro

Si conferma nel primo semestre 2017 il dato registrato nello stesso periodo dell’anno precedente: oltre la metà delle transazioni rientra sotto il prezzo di 100mila euro. In particolare sono sotto questo valore:

  • il 55% dei fabbricati
  • il 97% dei terreni agricoli
  • l’85% dei terreni edificabili

Mercato immobiliare e donazioni

Stabili i dati relativi alle donazioni immobiliari, che nel primo semestre 2017 hanno registrato il 52,34% di donazioni di piena proprietà e il 17,5% di nuda proprietà.

Mercato immobiliare: le agevolazioni prima casa piacciono ai giovani
Vota l’articolo !