La cedolare secca è il regime contributivo che sostituisce l’Iperf e le imposte relative all’affitto. Si tratta di un’opzione conveniente che può essere facilmente attivata tramite il web oppure tramite il modello per la cedolare secca disponibile presso l’Agenzia delle Entrate.

Attivare l’opzione

modello cedolare seccaPer attivare l’opzione in questione, è possibile scegliere due strade: la via telematica e quella cartacea.

Per quello che riguarda il web, l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione il portale Siria, ovvero un form di compilazione – che può essere utilizzato sia in locale che in remoto – che è utilizzabile da tutti i privati padroni di casa a patto che:

  • I proprietari e gli affittuari non siano più di tre
  • Tutti i proprietari scelgono quest’opzione
  • Le pertinenze dell’immobile non siano più di tre

In tutti gli altri casi, occorre utilizzare il modello per la cedolare secca 69.

Come compilare il 69

Il documento di cui stiamo parlando, può essere utilizzato sia da chi non soddisfa i requisiti di cui sopra, ma anche da chi preferisce semplicemente la via cartacea a quella telematica.

Il modello 69 è composto da tre facciate suddivise in due fogli, più uno eventuale.

Il documento è diviso in sezioni:

  • La “Parte riservata all’ufficio” che, ovviamente, il contribuente deve ignorare
  • Il “Quadro A – Dati Generali”
  • Il “Quadro B – Soggetti Destinatari degli Effetti giuridici dell’Atto”

La prima parte raccoglie tutti dati generali, come suggerisce il nome quali: l’ufficio presso il quale si fa richiesta, il numero di repertorio, la data di stipula e quella di fine proroga, la tipologia dell’atto (e qui occorre indicare l’opzione della cedolare), l’adempimento e l’uso abitativo.

A proposito dell’adempimento, è bene chiarire che:

  • Reg sta per registrazione di un atto
  • Pro come proroga dei contratti di immobili
  • Ces: cessione di contratti di locazione
  • Ris: risoluzione degli stessi

Nel Quadro B, occorre indicare – con tanto di dati personali e codice fiscale – tutti gli interessati del documento, quindi, nel caso della locazione, il proprietario e l’inquilino.

In ogni caso, sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono disponibili esaustive quindi alla compilazione di entrambi i form.

L’ente, infatti, è assolutamente consapevole delle difficoltà legate all’utilizzo di questi formulari. In ogni caso, comunque, sul web è possibile trovare guide molto dettagliate che danno risposte precise ai vari quesiti.