Alcune volte può capitare che una giovane coppia vada alla ricerca di un’abitazione dove poter vivere e, una volta trovata, purtroppo non riesce ad acquistarla in quanto un istituto finanziario non concede il mutuo necessario all’operazione di compravendita. Tuttavia, in questi ultimi anni, per ovviare a tale problema, e venire incontro alle necessità dei propri clienti, diverse banche hanno previsto la cosiddetta pre-delibera del mutuo.

Prima di approfondire questo tema davvero interessante ed utile per tante persone, ricordiamo che la richiesta di un mutuo non è mai un passo semplice da effettuare e che necessita sempre di un’attenta analisi delle proprie possibilità economiche e la verifica dei requisiti richiesti dai diversi istituti per erogarlo. Tuttavia, una volta ottenuto, si ha anche la possibilità di beneficiare di agevolazioni di natura fiscale, per quanto riguarda gli interessi passivi pagati su di esso. Specificato tutto ciò, andiamo a scoprire cosa sia una pre-delibera del mutuo.

La disponibilità per una futura concessione

Questa cosiddetta pre-delibera non è altro che un impegno da parte di un istituto finanziario o una banca a concedere ad un soggetto, che naturalmente soddisfi tutti i requisiti richiesti ed offra le garanzie necessarie, un mutuo o finanziamento per l’acquisto di un immobile non ancora trovato. In pratica, si anticipa parzialmente un iter che comunque un soggetto sarà interessato ad effettuare, agevolando una riduzione dei tempi stessi della procedura da parte di un istituto finanziario.

L’importanza di tale promessa risulta davvero considerevole, in quanto spesse volte è capitato che alcuni soggetti trovassero una casa da acquistare ma, dopo diverso tempo in attesa del via libera alla concessione di un mutuo, la banca non lo erogasse più a causa magari di avvenute variazioni delle condizioni esistenti. E questo a danno anche degli interessati, che così hanno perso del tempo e, alcune volte, anche l’opportunità di acquistare l’immobile dei propri sogni.

Come funziona questa sorta di promessa di finanziamento

Naturalmente, prima di impegnarsi alla concessione futura di un mutuo, una banca effettua una serie di analisi preliminari sulla solvibilità del soggetto richiedente, indagando sulla sua situazione patrimoniale e su eventuali garanzie disponibili. Terminata questa verifica, l’ente finanziario delibera sulla solvibilità del richiedente e sull’impegno ad un’erogazione futura del prestito, indicandone spesso anche l’eventuale ammontare, in caso di esito favorevole.

Ottenuta questa preliminare disponibilità, un soggetto può andare alla ricerca dell’abitazione che desidera, conoscendo anche in anticipo la quota di denaro di cui potrà usufruire dall’istituto finanziario. Tuttavia ed è bene ricordarlo, tale promessa non è a tempo indefinito, bensì ha una durata predeterminata: in genere tra i tre ed i sei mesi. Inoltre, essa non è obbligatoriamente vincolante per le parti.

Infatti, per la banca tale impegno potrà tramutarsi in effettiva concessione soltanto dopo l’individuazione dell’immobile da parte del potenziale cliente e della relativa perizia ed istruttoria effettuata dall’istituto finanziario sull’abitazione stessa. Allo stesso modo accade per il richiedente, il quale, se non è più interessato, può far scadere il termine previsto dalla pre-delibera oppure informare la banca della propria rinuncia alla richiesta di mutuo. E questo in genere senza oneri per il soggetto, tranne ove espressamente stabilito.

I vantaggi della pre-delibera e quali istituti finanziari la prevedono

Come abbiamo già accennato in precedenza, diversi sono gli aspetti vantaggiosi di questa promessa di finanziamento. Per la banca, si riducono i tempi per l’eventuale concessione di un mutuo, avendo già analizzato la situazione finanziaria e patrimoniale di un potenziale cliente. Lo stesso discorso vale anche per quest’ultimo, che non solo otterrà un prestito in maniera più veloce, ma conoscerà in anticipo la somma di cui potrà disporre per l’acquisto dell’immobile, favorendone la scelta anche in base a tale cifra di denaro.

Diverse sono le banche che offrono l’opportunità di avere una pre-delibera del mutuo. Tra queste vi sono, ad esempio, la Unicredit che offre questa disponibilità, dopo una serie di verifiche, per un periodo massimo di 4 mesi e che assiste il potenziale cliente nella selezione e valutazione di un immobile presente sul mercato. Anche Intesa San Paolo concede una pre-delibera per 6 mesi, in base ad un’analisi economico-reddituale del richiedente. Tuttavia, la concessione effettiva avverrà solo dopo la scelta della casa e la sua valutazione.

Qualche dettaglio sul funzionamento del mutuo

Vota l’articolo !