spese-condominiali
Il Rent to Buy è una modalità di compravendita in cui si fondono un contratto di locazione e un preliminare di compravendita. Ma ad oggi qual è la ripartizione della spese condominiali tra locatore e conduttore? A chi spetta presenziare le riunioni di condominio e chi ha il diritto di votare le decisioni dell’assemblea?. Chiariamo quindi le disposizioni in materia, tra affittuario e proprietario dell’immobile.

Le spese condominiali

Il Rent to Buy segue la normativa prevista per l’usufrutto (artt. 1002 a 1007 e artt. 1012 e 1013 del codice civile) per la parte che concerne l’inventario, la garanzia e la ripartizione delle spese di manutenzione.

In base a ciò si evince che:

  • le spese che riguardano le riparazioni straordinarie, ovvero quelle che non rientrano nell’ordinaria manutenzione dello stabile, sono a carico del proprietario;
  • se il proprietario rifiuta di eseguire le riparazioni a suo carico o ne ritarda l’esecuzione senza valido motivo, l’inquilino può farle eseguire a proprie spese, che poi gli dovranno essere rimborsate. A garanzia del rimborso l’inquilino ha diritto di ritenere l’immobile riparato;
  • le spese relative alla manutenzione ordinaria della casa, i costi di gestione, le spese di sorveglianza e quelle straordinarie necessarie per la manutenzione ordinaria, sono a carico dell’affittuario;
  • non rientrano tra le spese a carico dell’affittuario le spese condominiali che sono invece addossate al proprietario, fino a quando non avverrà la vendita dell’immobile.

Riunione condominiale

Nel caso della riunione condominiale non ci si può valere della normativa inerente l’usufrutto, per cui bisogna appellarsi ai commi 6-7-8 dell’articolo 67 del Codice Civile. Dai quali si desume che sia il proprietario, che l’affittuario dell’appartamento, dovrebbero ricevere la lettera di convocazione alla riunione condominiale. Anche se solamente il conduttore è titolato a votare, faccende inerenti l’ordinaria amministrazione, mentre il proprietario ha il diritto di votare in tutte le altre delibere.

Nel caso di mancata convocazione entrambe le parti possono chiedere spiegazioni all’amministratore di condominio.

Vota l’articolo !