I sottotetti così come le soffitte vengono spesso accantonate come spazi ridotti e angusti in cui si accatastano gli oggetti che non si utilizzano più. Il più delle volte però, grazie alla posizione di cui dispongono, possono diventare degli ambienti in cui vivere pieni di luce e vita.

Ristrutturare questo preciso spazio vuol dire apportare una serie di miglioramenti estetici ed anche funzionali che aumenteranno il valore del vostro immobile. Inoltre, effettuare dei lavori il recupero di una mansarda per renderla abitabile, rappresenta una notevole forma di investimento grazie soprattutto ad una serie di incentivi fiscali che consentono di recuperare una modesta percentuale della spesa sostenuta.

L’ultimo piano di un immobile, infatti, può rappresentare molto più di una banale soffitta e può essere una grande risorsa con molte qualità da sfruttare. Quindi chi necessita di maggiore spazio ed è in possesso di una soffitta o di un sottotetto può decidere di ristrutturarlo, ottenendo così una bella mansarda moderna che aggiunge alla casa altri ambienti abitabili e stanze in più da collegare all’immobile principale.
Con i giusti lavori, in sostanza,  la vostra soffitta può diventare un funzionale ufficio, una comoda camera degli ospiti, una ricreativa stanza per i giochi, uno spazioso angolo guardaroba, un personale spazio hobby oppure un’area relax.

L’inizio dei lavori di recupero

La ristrutturazione della mansarda è un progetto molto impegnativo ma senza dubbio interessante che vi porterà notevoli soddisfazione a patto che teniate d’occhio dei punti chiave fondamentali.
Per cominciare il recupero di una soffitta è necessario contattare un professionista qualificato come ad esempio un architetto, un ingegnere oppure un geometra; questi si occuperà di verificare che siano presenti tutti i requisiti necessari per realizzare il progetto, in base alle leggi regionali vigenti. Inoltre, sarà suo compito quello di portare a termine i rilievi strutturali e di gestire tutta la parte burocratica e i contatti con il Comune per la richiesta della visura catastale, per la verifica della proprietà, per la presentazione dei permessi, per il riaccatastamento, ecc. Ma non soltanto, infatti sempre a lui spetta la realizzazione del progetto di ristrutturazione con le relative migliorie quali la modifica del tetto, l’apertura di una nuova finestra o la realizzazione degli impianti.
Infine, dopo aver scelto l’impresa che si occuperà dei lavori, il progettista designato procederà a presentare presso il comune tutti i permessi necessari che cambiano in base al tipo di intervento che deve realizzare, a seconda del comune e alla zona in cui si trova la casa.
Gli interventi e i permessi sono:
• L’intervento libero per il quale non serve alcun permesso;
• L’intervento libero con la Comunicazione di Inizio Lavori;
• Super DIA
• SCIA
• Il permesso di costruire
Si ricorda che per fare delle modifiche strutturali, come ad esempio aprire nuove finestre oppure modificare la facciata, o ancora cambiare la destinazione d’uso di un locale è indispensabile presentare il progetto al Comune per richiedere l’autorizzazione a procedere.
Se, al contrario, non c’è alcuna modifica alla configurazione dell’abitazione o alla facciata, non ci sono spostamenti di pareti e modifiche negli impianti, allora, non è necessaria alcuna richiesta.

Le detrazioni per questa ristrutturazione

Ristrutturare una soffitta per trasformarla in una moderna mansarda abitabile e attuare la riqualificazione energetica dà, come abbiamo detto, la possibilità di godere di notevoli agevolazioni fiscali.
Chi intende effettuare dei lavori nel sottotetto di casa propria per ottenere una mansarda abitabile, infatti, può usufruire della detrazione Irpef al 50% fino ad una spesa massima di 96mila euro che verrà recuperato in dieci anni con rate di pari importo.

Inoltre, c’è stata una proroga per questo 2018 anche per quanto riguarda la detrazione fiscale del 65% o del 50% per tutti quegli interventi atti alla riqualificazione energetica degli immobili come ad esempio:

  • Il miglioramento termico dell’immobile tramite coibentazioni, finestre, infissi e pavimenti;
  • L’installazione dei pannelli solari;
  • La sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale;
  • Gli interventi di domotica, cioè l’installazione dei dispositivi multimediali per la regolazione a distanza di tutti gli impianti di riscaldamento.

La vostra casa vale di più

La riqualificazione e il recupero del vostro sottotetto non vi porterà solo un beneficio di metratura della casa, un ambiente luminoso e un panorama interessante ma vi consentirà di far acquisire al vostro immobile un valore maggiore. Infatti, in un centro abitato, dove la carenza di spazi abitativi è molto comune, la riqualificazione di una soffitta è un investimento più che sicuro.