Sconto Iva per chi acquista casa direttamente da costruttore
Per questo 2016 la legge di Stabilità ha stabilito che tutti coloro che decideranno di acquistare un’abitazione, appartenente alla classe energetica A e B, riceveranno una agevolazione. Questa consiste nella possibilità di detrarre l’Irpef dovuta, con il 50% dell’Iva pagata. Il tutto però è circoscritto agli acquisti di unità immobiliari a destinazione residenziale, che avverranno fino al 31 dicembre 2016, ceduti da imprese costruttrici.

Sconto Irpef al 50% dell’Iva

L’emendamento approvato, nell’articolo 1 comma 30-bis Detrazione dell’Iva per acquisti unità immobiliare, prevede:

“Una detrazione dall’IRPEF del 50% dell’importo corrisposto per il pagamento dell’IVA sull’acquisto effettuato entro il 2016 di abitazioni di classe energetica A o B cedute dalle imprese costruttrici. La detrazione è pari al 50 per cento dell’imposta dovuta ed è ripartita in 10 quote annuali.
Conseguentemente, il Fondo per interventi strutturali di politica economica, di cui al comma 369, è ridotto di 18.4 milioni di euro per il 2017 e di 10.5 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2018 al 2026, ed è incrementato di 7,9 milioni per l’anno 2027”.

Le agevolazioni casa per il 2016

Per quest’anno sono molte le conferme che sono state nuovamente portate avanti per le agevolazioni casa e altrettante sono le novità per questo 2016. Cerchiamo quindi di fare un quadro completo, tra quelle che sono  le proroghe, e quelle che sono le nuove possibilità in ambito immobiliare.

Le conferme:

  • detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie;
  • bonus del 50% per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici  di classe non inferiore alla A+, nonché A per i forni, per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica, finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione;
  • detrazione del 65% sulle spese effettuate, dal 4 agosto 2013 al 31 dicembre 2016, per interventi di adozione di misure antisismiche su costruzioni adibite ad abitazione principale o ad attività produttive che si trovano in zone sismiche ad alta pericolosità.
  • interventi verdi effettuati dagli Istituti autonomi per le case popolari, con l’estensione anche ai dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento e climatizzazione;

Inoltre chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può fruire della detrazione d’imposta Irpef pari al 36%, mentre per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2016, la detrazione Irpef sale al 50%. Infine, per le prestazioni di servizi relative agli interventi di recupero edilizio, di manutenzione ordinaria e straordinaria, realizzati sugli immobili a prevalente destinazione abitativa privata, si applica l’aliquota Iva agevolata del 10%.

Tra le novità di quest’anno, in ambito di detrazione, segnaliamo:

  • detrazione Irpef del 19% dei canoni di leasing pagati dal 2016 al 2020 per acquistare o costruire un’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale entro un anno dalla consegna;
  • detrazione del 50% dell’Iva pagata quest’anno o successivamente per l’acquisto, effettuato nel 2016, di unità immobiliari a destinazione residenziale, di classe energetica A o B, cedute da imprese costruttrici;
  • i condomini incapienti possono cedere la loro detrazione al costruttore che ha svolto i lavori di risparmio energetico qualificato sulle parti comuni dell’edificio, così da non perdere il beneficio fiscale.