In questi ultimi anni il progresso tecnologico ha fatto passi da gigante anche nel settore delle energie rinnovabili, basti pensare ad esempio all’uso sempre più diffuso dei pannelli solari e della loro graduale sempre maggiore efficienza. Tutto questo anche grazie alla spinta di società private o enti di ricerca che lavorano sul miglioramento dei materiali finora utilizzati o sull’invenzione di nuovi, magari più efficaci appunto e soprattutto a minor costo.

Nel nostro Paese si sta diffondendo sempre più la cultura del rispetto dell’ambiente e dell’efficienza energetica, che permette di ridurre lo sfruttamento iniquo delle risorse del pianeta e, al tempo stesso, ridurre i consumi di energia, abbassandone anche i relativi costi. A livello collettivo, ad esempio, si sta scoprendo gradualmente la cosiddetta tecnologia residenziale green, cioè l’uso di nuovi materiali o sistemi costruttivi per realizzare edifici che siano rispettosi dell’ambiente e che forniscano anche maggiore comfort e sicurezza.

Questa diffusione dell’uso delle energie rinnovabili ed in particolare di quella solare per diverse finalità, sia per singoli immobili che per condomini, è stata favorita anche dagli incentivi statali previsti per la realizzazione di impianti fotovoltaici ad esempio e disponibili già da diversi anni nel nostro Paese. Per fortuna, come abbiamo detto, anche il progresso tecnologico in questo settore non si ferma e vi sono sempre nuove invenzioni, come quella recente dei pannelli solari residenziali super efficienti. Vediamo in cosa consistono.

Una tecnologia che sfrutta i raggi del sole

In pratica, i pannelli solari sono dei dispositivi ad alta tecnologia che utilizzano l’energia fornita dal sole attraverso i suoi raggi per produrre elettricità o riscaldare l’acqua sanitaria. La prima si ottiene grazie all’uso di pannelli fotovoltaici, mentre la seconda invece con pannelli solari termici. Tali dispositivi possono essere composti da silicio monocristallino, policristallino o amorfo e che presentano efficienza, costi e dimensioni differenti. Tali impianti possono essere installati sia su singole abitazioni che su interi edifici.

Un’importante invenzione svizzera

Si deve ad un gruppo di ricercatori della nuova startup Insolight, precedentemente un laboratorio facente parte del Politecnico di Losanna EPFL, la realizzazione di pannelli solari di tipo residenziale, forniti di un sistema di concentrazione luminosa ad alta tecnologia e che incrementa in maniera considerevole l’efficienza di conversione. Tale invenzione è stata già standardizzata per poterla immettere con maggiore facilità sul mercato.

A rendere particolari tali moduli fotovoltaici rispetto ai tradizionali pannelli solari è la resa da essi ottenuta. Infatti, i primi riescono a trasformare in energia elettrica circa il 29% della luce incidente, rispetto al 17-19% ottenuto dai secondi e che sono attualmente in commercio. Il tutto grazie al lavoro di questi ricercatori, che hanno cercato di utilizzare lo stesso genere di celle e di tecnologia adoperati sui satelliti in orbita.

Il funzionamento di tali sistemi fotovoltaici

Questi impianti evidenziano, come detto, una considerevole efficienza, tuttavia a livello economico sono eccessivamente dispendiosi per delle installazioni di tipo domestico. Di conseguenza, per ridurre tali costi e mantenerli bassi per il mercato, il gruppo di ricerca svizzero ha realizzato un vetro protettivo su cui si possono inserire nuove lenti ottiche, che permettono di concentrare la luce del sole di circa 100 volte, indirizzandola sulle celle dell’impianto.

Tutto ciò consente di ottenere due considerevoli vantaggi: l’uso di minore materiale fotovoltaico (in pratica le celle occupano meno dello 0,5% di un pannello) e, come detto, una migliore resa, circa il 29%. Questa cifra può essere raggiunta anche grazie ad un innovativo sistema, sempre inventato dai ricercatori della startup, che permette di spostare le celle in orizzontale solo di alcuni millimetri, ma sufficienti a seguire la luce solare durante l’arco della giornata.

Tale meccanismo ottico, inoltre, potrebbe essere addirittura installato sui tradizionali pannelli solari per incrementarne l’efficienza, anche in situazione di nuvolosità. La resa finale di questi sistemi, come accennato del 29%, si è dovuta ridurre rispetto alla quota del 36% raggiunta in laboratorio, per poter standardizzare la produzione in serie. Tuttavia, il livello ottenuto già rappresenta un incremento considerevole rispetto agli standard attua

Come funzionano i pannelli solari?

Scopriamo i pannelli solari residenziali super efficienti
Media voto: 5 (totale voti: 1)