La visura catastale, come sappiamo, rappresenta il documento che raccoglie tutte le informazioni ottenute mediante la consultazione di atti e di documenti che si trovano registrati al catasto e sono relativi ai terreni o ai fabbricati situati sul territorio italiano. In particolare, sono quatto le tipologie di informazioni ottenibili mediante la visura catastale, ricordiamo:

  • Le informazioni sulla localizzazione e il profilo reddituale di terreni e/o fabbricati;
  • Le informazioni anagrafiche sui proprietari dei suddetti terreni e fabbricati;
  • Le mappe catastali dei terreni e le planimetrie delle abitazioni;
  • I documenti relativi agli aggiornamenti delle registrazioni catastali.

Per fare richiesta della visura catastale ci sono diverse in base alla persona che desidera ricevere informazioni sia il proprietario del terreno e dell’immobile oppure no, o a seconda che questi goda di diritti reali del godimento su di esso.

Come fare richiesta per questo documento?

Per i proprietari dei terreni e dei fabbricati la consultazione di una visura catastale sui propri beni è totalmente gratuita. Per richiederla ci si può recare fatta direttamente all’Ufficio Provinciale presso l’ufficio del Territorio all’Agenzia delle Entrate; qui si può essere seguiti dagli impiegati degli sportelli del catasto che sono predisposti in ogni Comune o nelle Associazioni di Comuni oppure nelle Unioni di Comuni o, ancora, presso le Comunità montane. Un’altra alternativa, prevede la richiesta online sul sito dell’AdE, attraverso il servizio “consultazione personale”. In questo caso, per richiedere la visura catastale per via telematica è indispensabile essere registrati al servizio.

Per coloro che non sono proprietari, invece, è previsto un costo per la visura catastale. Per richiedere la consultazione delle informazioni catastali si può procedere attraverso diversi canali:

  • Nuovamente all’Ufficio Provinciale presso il Territorio dell’Agenzia delle Entrate;
  • Agli uffici del catasto istituiti presso i Comuni, le Associazioni di Comuni, i Gruppi di Comuni e le Comunità montane;
  • Attraverso il servizio online sul sito dell’Agenzia delle Entrate utilizzando la piattaforma Sister;
  • Usufruendo di uno “Sportello Amico” posto negli uffici postali dove si compilerà il modulo di richiesta della visura catastale;
  • Tramite il servizio di Poste Italiane chiamato Certitel documenti catastali, che consente di ricevere le visure via e-mail oppure tramite posta raccomandata.

In ogni modo è necessario considerare che qualora le informazioni di cui si necessita sono disponibile esclusivamente nel formato cartaceo, per l’ottenimento della visura catastale ci sarà bisogno di rivolgersi all’Ufficio Provinciale del Territorio della provincia di appartenenza e compilare l’apposito modulo di richiesta.

Scopriamo la visura catastale online

 

Le ricerche che si possono svolgere con la visura

Le ricerche di base che si possono fare sono sostanzialmente di due tipologie: per immobile oppure per soggetto. Per quanto riguarda la ricerca per immobile, questa, è utile qualora si conosca l’indirizzo dell’immobile da ricercare oppure la particella catastale che corrisponde ad un terreno o anche ad un edificio. Invece, per quanto riguarda la ricerca per soggetto, questa, viene effettuata quando si è a conoscenza dei dati anagrafici relativi al proprietario dell’immobile. È proprio attraverso questi dati che si possono ottenere tutte le informazioni relative sia ai terreni, sia agli immobili.

Un ulteriore tipo di ricerca può essere quella per partita. Nel caso specifico bisognerà indicare il numero identificativo relativo all’intestatario dei terreni oppure il numero identificativo dell’intestatario del fabbricato.

Se, infine, si è interessati a conoscere la situazione catastale di un fabbricato oppure di un terreno in uno specifico momento, allora, si può richiedere una ricerca per il periodo di riferimento. Quest’ultimo tipo di ricerca consente di avere informazioni che riguardano lo stato attuale del terreno o del fabbricato oppure può contenere tutte le registrazioni riferite al periodo per il quale è stata fatta la richiesta.